Centri di ricerca

Centro Interdipartimentale di Ricerca sul Cambiamento Politico (CIRCaP)

Direttore: Prof. Maurizio Cotta

Il Centro è nato nel giugno del 1997, con l’obiettivo di perseguire attività di ricerca, analisi, documentazione e formazione avanzata sui problemi ed i processi del cambiamento politico a livello sub-nazionale, nazionale ed internazionale. Fanno parte del Centro studiosi di scienza politica, in un vivace dialogo interdisciplinare con esponenti delle altre principali branche delle scienze sociali.

Centro Interdipartimentale di Studi Cognitivi sul Linguaggio (CISCL)

Direttore: Prof. Luigi Rizzi

Attività

  • Il Centro Interdipartimentale di Studi Cognitivi sul Linguaggio (CISCL) coordina studi sul linguaggio di carattere teorico, descrittivo e sperimentale in una prospettiva interdisciplinare di scienze cognitive.
  • Organizza cicli di seminari sulle linee di ricerca indicate.
  • Partecipa e ha partecipato a progetti FIRB, COST, PRIN, FSE.
  • Ospita ricerche condotte nell’ambito di tesi dottorali in scienze cognitive e riferite al linguaggio.
  • Ospita visiting scholars e visiting students italiani e stranieri che presentano progetti  nell’ambito delle linee di ricerca del CISCL.
  • Ospita studenti in stage.

Articolazione in unita’ operative

  • Centro di documentazione linguistica (coordinatore A. Belletti, stanza 326): Raccolta e catalogazione di preprints, tesi  e altri  documenti di pertinenza linguistica non pubblicati; raccolta e messa a disposizione di corpora di produzioni naturali di apprendenti della prima e della seconda lingua, di parlanti bilingui, di varie forme di patologia del linguaggio.
  • Laboratori di Cartografia sintattica e di Linguistica sperimentale (coordinatore L. Rizzi, stranza 312): ricerche cartografiche sulla mappatura strutturale fine  delle strutture sintattiche;  ricerche sperimentali di acquisizione L1 e L2 e di comprensione/produzione adulta, e  di sperimentazione simulativa in linguistica computazionale.
  • Settore di Filosofia del linguaggio (coordinatore G. Usberti, stanza 324)
Centro Interuniversitario di Economia Sperimentale (LabSi)

Direttore: Prof. Alessandro Innocenti

Il Centro Interuniversitario di Economia Sperimentale (LabSi) è stato fondato nel 2008 dalle Università di Siena, dall’Università di Firenze, dalla Seconda Università di Napoli e dall’Università di Salerno.

Il Centro si propone di:

a) promuovere l’utilizzo e la diffusione dei metodi sperimentali in economia attraverso il coinvolgimento di studiosi in possesso di competenze scientifiche diverse, appartenenti all'area dell'economia, delle scienze cognitive, della psicologia cognitiva, e dell'organizzazione aziendale;

b) sviluppare e coordinare l’attività di ricerca in ambito sperimentale mettendo a disposizione di studiosi e ricercatori gli strumenti utili allo svolgimento di ricerche di laboratorio nelle scienze economiche e cognitive;

c) formare personale specializzato in grado di assicurare la consulenza e la collaborazione necessaria alla predisposizione e all’elaborazione dei dati sperimentali;

d) organizzare convegni, workshop, seminari e attività didattiche relative all’utilizzo dei metodi di laboratorio nelle scienze economiche e cognitive;

e) stipulare contratti e convenzioni per progetti di ricerca o collaborazione scientifica con Enti pubblici e privati.

Il Centro ha sede, ai fini amministrativi o organizzativi, presso l’Università degli Studi di Siena. Le attività proprie del Centro sono svolte presso le sedi delle Università contraenti articolandosi in base ai piani ed ai programmi elaborati dal Comitato tecnico-scientifico.

Centro Interuniversitario per lo Studio dei Regimi Totalitari del ventesimo secolo (CISRETO)

Direttore: Prof. Paul Corner

Il Centro Interuniversitario per lo Studio dei Regimi Totalitari del ventesimo secolo (CISRETO) ha come attività principali:

a) l'organizzazione di seminari e di workshops

b) l'organizzazione di progetti di ricerca

c) l'incoraggiamento di scambi bilaterali e multilaterali fra docenti e ricercatori

Sponsors del Centro sono il Prof. Paul Preston (London School of Economics), Prof. Robert O. Paxton (Emeritus, Columbia, New York), Prof. Katherine Fleming (Remarque Institute, New York University), Prof. Sir Ian Kershaw (Emeritus, University of Sheffield), Prof. Mary Fulbrook (University College, London), Prof. Jie-Hyun Lim, (Hanyang University, Seoul.

 

Centro Interuniversitario sulla Cooperazione e l’Intercultura (CISCOI)

Direttore: Prof. Roberto De Vita

Il Centro interuniversitario sulla cooperazione e l’intercultura (CISCOI) è nato su iniziativa di un gruppo di docenti della Facoltà di Scienze Politiche dell’Ateneo senese che da anni si occupano delle tematiche relative ai processi migratori e alla cooperazione internazionale, con l’obiettivo di aggregare colleghi e ricercatori di altri Dipartimenti e di altre Università che condividono le stesse idee e ambiti di studio. Il Ciscoi è stato creato a partire da una convenzione tra l’Università di Siena, l’Università di Padova e l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Il Centro ha istituito un polo di ricerca e di studi sulle tematiche relative ai processi migratori nazionali e internazionali, alle trasformazioni sociali delle comunità locali e allo sviluppo del terzo settore. Inoltre il Centro ha costituito una struttura finalizzata alla raccolta, l’elaborazione e la diffusione di dati e documenti relativi ai flussi migratori in ambito locale e nazionale e alla formazione e all’aggiornamento relativo alle problematiche indotte dal multiculturalismo e multireligionismo nei vari ambiti della vita quotidiana.

Fitta è la rete di collaborazioni intrattenuta con diversi Enti locali e istituti di ricerca. In particolare da alcuni anni il Ciscoi collabora con la Regione Toscana su un progetto denominato “integrometro” finalizzato alla misura dell’integrazione degli immigrati e con le attività della Fondazione Ismu (Iniziative e studi sulla multietnicità) di Milano. Sul versante della Cooperazione il Ciscoi è impegnato in alcune delle attività svolte dalla Ong Oxfam Italia e con il programma Art Universitas – Unops (United Nations Office for Project Services).

 

Centro Studi e Ricerche sulla Comunicazione - Osservatorio critico permanente

Direttore: Prof. Giovanni Manetti

Il Centro  Studi e Ricerche sulla Comunicazione - Osservatorio critico permanente, nato nel 2000 in collaborazione tra le Università di Siena, Bologna, Pisa e il Comune di Rosignano-Castiglioncello, ha come obiettivo la creazione di uno spazio culturale in cui siano valorizzate tanto l'attività scientifica sulla comunicazione, quanto l'attività di mediazione tra il mondo delle istituzioni - pubbliche e private - e il mondo della comunicazione. Organizza ogni anno un ciclo di conferenze estive e il “Premio Castiglioncello della Comunicazione”. Ha erogato annualmente due borse di studio per laureati in Scienze della comunicazione e garantito 2 posti di stage. Ha prodotto varie pubblicazioni.

Centro di Semiotica e Teoria dell'Immagine "Omar Calabrese"

Direttore: Prof. Tarcisio Lancioni

Il centro senese di semiotica del testo, oggi intitolato "Centro di Semiotica e Teoria dell'Immagine Omar Calabrese", svolge attività di ricerca orientata all'analisi semiotica e all'interpretazione testuale, con particolare attenzione agli oggetti visivi e alla dimensione figurativa dei testi.
Intorno al centro si è costituita negli anni un’ampia rete di studiosi che trovano nella semiotica e nello studio teorico-critico delle immagini un terreno comune di dialogo e di ricerca. Questa rete trova espressione nella rivista Carte Semiotiche. Rivista internazionale di semiotica e teoria dell’immagine, fondata da Omar Calabrese.
Il centro si occupa anche di organizzazione di incontri e convegni finalizzati al confronto critico e alla divulgazione dei risultati di ricerca.

Contatti: centrosenesesemiotica@gmail.com