Strategie e Tecniche della Comunicazione (LM92)

Anno accademico 2016/2017 - Corso di laurea magistrale in Strategie e Tecniche della Comunicazione (LM92)
ORARIO DELLE LEZIONI - PROGRAMMI INSEGNAMENTI - ANNO ACCADEMICO 2016-2017

Gli Orari delle Lezioni e i programmi degli insegnamenti (comprensivi di bibliografia) sono reperibili esclusivamente nelle pagine della Segreteria Studenti - On Line accessibile dal link segnalato alla fine delle istruzioni.

Nelle pagine è possibile fare la ricerca per "ricerca docente" o "ricerca insegnamento". Una volta raggiunta la pagina dell' insegnamento/docente cercato, clicca sul link "orario delle Lezioni", all'interno si trova il calendario delle lezioni della settimana corrente, altrimenti selezionando in alto a sinistra dal menù a tendina "Calendario Template", si rende visibile la distribuzione giornaliera ed oraria delle lezioni anche di altri periodi del semestre corrente. Posizionando il cursore su ciascun riquadro, dopo breve attesa appare l'indicazione dell'aula e del Presidio dove viene tenuta la lezione.

Anno accademico 2015/2016 - Corso di laurea magistrale in Strategie e Tecniche della Comunicazione (LM92)
Presentazione del corso: la formazione

Il Corso di Laurea si propone di fornire una formazione completa e approfondita sulle tematiche relative alla comunicazione e sulle strategie secondo cui essa viene declinata (anche attraverso l’uso delle tecnologie) nel mondo contemporaneo.

La formazione è articolata in tre profili differenti:

 

(a) Tecnologie della comunicazione per l'Experience Design;

(b) Comunicazione pubblica e sociale e giornalismo;

(c) Comunicazione persuasiva e pubblicitaria.

 

Combinando esami comuni a tutti gli studenti nel primo anno ed esami più specialistici nel secondo anno, il corso intende offrire:

- una conoscenza approfondita dei modelli teorici attuali relativi alla comunicazione unita alla capacità critica che permetta di porli a confronto con quelli rintracciabili nella tradizione semiotica, filosofica e retorica del passato, che ai più recenti fanno da fondamento;

- capacità di articolare nel modo più appropriato i contenuti della comunicazione, progettarne le forme per i diversi canali e media utilizzabili e collegarle alle modalità persuasive più adeguate per i differenti target.

- abilità di pianificare, coordinare e condurre analisi sia delle esigenze degli utenti dei media tecnologici, sia delle attività umane per le quali si progetta un’architettura dell'informazione;

- capacità di progettare e specificare le interfacce utente, utilizzando tecniche di progettazione partecipativa e interattiva, comprese indagini sul campo, interviste ai clienti, test di usabilità e altre forme di definizione dei requisiti;

- capacità di definire strategie di comunicazione per amministrazioni pubbliche, organizzazioni del Terzo Settore e organizzazioni internazionali, con specifico riferimento all’area Europea;


- capacità di impostare strategie di rilevazione dei dati, operare analisi di mercato sociale e politico, effettuare segmentazioni del mercato e rilevazioni dei bisogni e delle domande, con particolare riferimento all'area socio-politica;

- conoscenza dei metodi e degli strumenti della comunicazione persuasiva, articolata nelle sue due fondamentali componenti: (i) la  comunicazione pubblica (istituzionale, sociale e politica); (ii) la comunicazione prodotta dalle imprese (pubblicità e strategie di marketing);

- capacità di comprendere e analizzare le esigenze comunicative del committente e di definire il profilo del target a cui la comunicazione va indirizzata.

Gli sbocchi professionali

I laureati magistrali in Strategie e tecniche della comunicazione potranno operare in tutti i settori del mondo delle moderne professioni centrate sulla comunicazione. Si possono indicare i seguenti ambiti e le seguenti figure professionali collegate ai tre indirizzi:

 

Esperto in Interaction e Experience Design

- Ruolo noto come IU/UX Designer.
Lo IU/UX Designer conduce ricerca di prodotto, strategia di sviluppo, architettura dell'informazione e design dell’interazione;

- Creatore di prototipi su diversi livelli di dettaglio, da rapidi schizzi su carta a wireframe prodotti con software dedicato, da Mock Up di basso livello a prototipi computazionali interattivi.

 

Esperto di comunicazione socio-politica e analista socio-politico

- Esperto di comunicazione politica e consulenza politica;


- Esperto di gestioni di reti di conoscenza, strumenti di comunicazione via Web e Social network;

- Esperto di data journalism;


- Esperto di rilevazioni di mercato, ricerca socio-politica, gestione di progetti a finanziamento pubblico e misto.

 

Esperto di programmazione di piani di comunicazione persuasiva e pubblicitaria.

- Nelle aziende private: ruolo di responsabile della comunicazione, pianificatore di eventi culturali e promozionali, social media planner;

- Nelle istituzioni pubbliche: ruolo di responsabile degli URP, gestione dei rapporti con i media, pianificatore delle campagne di comunicazione.

- Nelle istituzioni specificamente politiche: ruolo di analista critico delle campagne di comunicazione e dei posizionamenti dei diversi soggetti;

- Nei servizi professionali per la comunicazione (agenzie): consulente per campagne di comunicazione istituzionale, sociale e politica, nonché per campagne pubblicitarie. Curatore dell’immagine di personalità pubbliche e politiche.

A chi si rivolge il Corso?

Il Corso si rivolge primariamente ai laureati della Classe L-20 (Scienze della comunicazione), per cui costituisce una naturale prosecuzione, ma anche ai laureati delle classi L-39 (Servizio sociale), L-36 (Scienze Politiche e delle relazioni internazionali), L-10 (Lettere), L-5 (Filosofia), L-11 (Lingue e culture moderne), L-1 (Beni culturali), L-3 (Discipline delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda), L-18 (Scienze dell’economia e della gestione aziendale), L-4 (Disegno industriale).

 

Requisiti di ammissione (variazione a seguito delibera del Consiglio del Dipartimento di Scienze sociali, politiche e cognitive - seduta del 18/09/2014)

 

Agli studenti che presentano domanda di iscrizione al corso di Laurea Magistrale LM-92, "Strategie e tecniche della comunicazione", vengono richiesti:

 

(1) 60 CFU accumulati negli insegnamenti appartenenti ad almeno due o più dei seguenti SSD: M-FIL /01, M-FIL /02, M-FIL /03, M-FIL /04, M-FIL /05, M-FIL /06, M-FIL /07, M-FIL /08, L-LIN /01, L-LIN /02, L- LIN/03, L-LIN/04, L-LIN/05, L-LIN/06, L-LIN/07, L-LIN/08, L-LIN/09 L-LIN/10, L-LIN/11 L-LIN/12, L- LIN/13, L-LIN/14, L-LIN/15, L-LIN/16, L-LIN/17, L-LIN/18, L-LIN/19, L-LIN/20, L-LIN/21, M-PSI/01, M-PSI/02, M-PSI/03, M-PSI/04, M-PSI/05, M-PSI/06, M-PSI/07, M-STO/01, M-STO/02, M-STO/03, M- STO/04, M-STO/05, M-STO/06, M-STO/07, M-STO/08, M-STO/09, SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/03, SECS-P/04, SECS-P/05, SECS-P/06, SECS-P/07, SECS-P/08, SECS-P/09, SECS-P/10, SECS-P/11, SECS- P/12, SECS-P/13, SPS/01, SPS/02, SPS/03, SPS/04, SPS/05, SPS/06, SPS/07, SPS/08, SPS/09, SPS/10, SPS/11, SPS/12, SPS/13, SPS/14, ICAR/17, INF/01, ING-INF/05, L-FIL- LET/12, M-DEA/01, M-GGR/01, M-GGR/02, SECS-S/01, ICAR/16, ING-INF/03, L-ART/04, L-ART/05, L-ART/06, L-ART/07.

 

(2) il conseguimento di una Laurea con un voto non inferiore a 100/110. A coloro che abbiano conseguito un voto inferiore sarà richiesta la verifica della adeguatezza della preparazione personale ai fini dell'ammissione alla Laurea Magistrale con un colloquio.

 

(3) la conoscenza dell'inglese, almeno a livello B1.

 

Come si fa ad iscriversi?

 

1) occorre in primo luogo inoltrare una domanda di valutazione dei requisiti curriculari all’Ufficio Studenti e Didattica del Dipartimento di "Scienze politiche, Sociali e Cognitive" dell'Università di Siena, Via Roma, 53, Siena (didattica.dispoc@unisi.it) entro il 23 dicembre 2014. (Il modulo di richiesta è reperibile nel sito web del dipartimento www.dispoc.unisi.it nella sezione modulistica);

2) la richiesta, nella quale è indicato il piano di studi seguito nella precedente carriera con i CFU elencati per ciascun esame nei vari settori di pertinenza, viene esaminata dal Comitato per la didattica della Laurea o dal docente referente;

3) il Comitato per la didattica/docente referente della Laurea Magistrale, esaminato il piano di studi seguito dal candidato, effettua la valutazione e comunica l’esito all’Ufficio studenti e didattica che provvede a darne notifica allo studente.