Scienze della Comunicazione (L20)

Anno Accademico 2016/2017 - Corso di laurea triennale in Scienze della Comunicazione L20
Orario delle Lezioni e contenuti insegnamenti - anno accademico 2016-2017

Gli Orari delle Lezioni e i programmi degli insegnamenti (completi di bibliografia) sono reperibili esclusivamente nelle pagine della Segreteria Studenti - On Line accessibile dal link segnalato alla fine delle istruzioni.

Nelle pagine è possibile fare la ricerca per "ricerca docente" o "ricerca insegnamento". Una volta raggiunta la pagina dell'insegnamento/docente cercato, clicca sul link "orario delle lezioni" all' interno si trova il calendario delle lezioni della settimana corrente, altrimenti selezionando in alto a sinistra dal menù a tendina "Calendario Template", si rende visibile la distribuzione giornaliera ed oraria delle lezioni anche di altri periodi del semestre corrente. Posizionado il cursore su ciascun riquadro, dopo breve attesa appare l'indicazione dell'aula e del Presidio dove viene tenuta la lezione.

Anno Accademico 2015/2016 - Corso di laurea triennale in Scienze della Comunicazione L20
Presentazione del corso: a chi è rivolto

Il corso di laurea Scienze della Comunicazione (che il Ministero colloca nell’ambito L20) si rivolge a chi ritiene la che la comunicazione abbia assunto un ruolo determinante e una dimensione sempre più strategica nel mondo attuale. Si tratta di una dimensione in continua evoluzione, che per questa ragione richiede sempre nuove competenze e una specializzazione sempre più alta. Questa laurea triennale è stata quindi riorganizzata per includere le più recenti discipline legate alle professionalità della comunicazione e richieste con maggiore frequenza nel mondo del lavoro. I giovani che la frequentano imparano le teorie e le pratiche delle scienze che descrivono e analizzano la società contemporanea (storia, linguistica, semiotica, sociologia) insieme alle teorie e alle pratiche delle tecniche comunicative (social media, informatica, multimedia, web content management) con una particolare attenzione per l’apprendimento della lingua inglese. Il corso propone quindi un percorso formativo a carattere interdisciplinare che cerca di fondere conoscenze di base di ambito sia umanistico sia scientifico, con la preparazione mirata e specifica per diversi ambiti professionali: giornalismo, pubblicità, comunicazione d’impresa, comunicazione pubblica e istituzionale, information and communication technologies (con particolare riferimento alle nuove tecnologie).

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Obiettivi del corso sono la conoscenza dei modelli teorici e dei metodi di analisi della linguistica, della sociologia dei processi culturali e comunicativi, dei sistemi di elaborazione delle informazioni, della filosofia e teoria dei linguaggi, delle scienze politiche, della storia contemporanea e della psicologia cognitiva, incluse le metodologie sperimentali e la ricerca sul campo; i diversi aspetti dello studio interdisciplinare del ruolo sociale, economico e storico dei media e tecnologie della comunicazione e del loro impatto sociale e culturale così come le tematiche alla base dello studio del rapporto fra società e media.

 

In particolare il corso di studi intende sviluppare:

  • la capacità di applicare teorie e metodi alla descrizione e all’analisi della società contemporanea
  • la capacità di applicare teorie e metodi alla descrizione e all’analisi e di testi specifici (anche multimodali e/o in lingua inglese) e di applicare le metodologie di analisi a una critica testuale di contenuti, della correttezza del messaggio, le capacità espressive e simboliche o l'efficacia comunicativa
  • la capacità di utilizzare teorie e metodi delle scienze della comunicazione  e di applicare i principi di base nell’ambito di diversi domini applicativi (comunicazione d'impresa, comunicazione politica, comunicazione istituzionale, relazioni pubbliche) per lo sviluppo di messaggi e di contenuti in processi di produzione e di sviluppare contenuti per tutti i tipi di media

 

A tutto questo viene affiancato l’insegnamento avanzato della lingua inglese orale e scritta (B2.2/C1)

 

Il percorso formativo è articolato in più blocchi tematici:

 

Fondamenti scientifici e metodologici: Sono qui comprese le scienze di base (discipline semiotiche e linguistiche, informatiche, storico-politico-filosofiche) discipline indispensabili alle scienze della comunicazione. I relativi insegnamenti sono collocati lungo i primi tre anni; in particolare la storia contemporanea, la linguistica, l’informatica applicata e la semiotica al primo anno e la psicologia cognitiva e antropologia cognitiva al secondo anno. In aggiunta come materie caratterizzanti dello studio delle scienze della comunicazione ci sono le discipline della comunicazione, dei linguaggi e delle tecniche dei media, della linguistica italiana e della lingua inglese e le discipline psicosociali.

 

Discipline dei linguaggi, semiotica e comunicazione: Queste materie, collocate nei tre anni, forniscono la base comune a tutti gli ambiti professionali della comunicazione. Comprendono in particolare la semiotica dei testi e dell’immagine e la linguistica. Le teorie e le tecniche della comunicazione di massa, e la sociologia dei processi comunicativi sono collocate al primo anno. Al secondo anno sono collocate sociolinguistica, linguistica inglese e semiotica dell’immagine. Al terzo anno linguistica inglese e filosofia del linguaggio.

Le conoscenze di questo blocco hanno il fine di preparare i laureati alla prosecuzione degli studi nel corso di Laurea Magistrale in Language and Mind sempre presso il Dipartimento di Scienze Sociali Politiche e Cognitive. Pertanto esse forniscono le basi fondamentali (anche teoriche) delle discipline linguistiche.

 

Discipline psico-sociali, informatiche: Le discipline psico-sociali includono psicologia cognitiva al secondo anno e percezione grafica come opzione al terzo anno. La base di tecnologie applicate si arricchisce con design dell’interazione al terzo anno e, come altra opzione, interazione uomo-macchina.

Le conoscenze di questo blocco oltre a preparare lo studente alla professione di esperto in comunicazione hanno il fine di permettere ai laureati che lo desiderano di poter continuare gli studi nei corsi di Laurea Magistrale in Language and Mind,  Strategie e Tecniche per la Comunicazione e Antropologia e Linguaggi dell’immagine.

 

Discipline sociali, mediologiche e della comunicazione politica: Queste discipline vengono insegnate al primo anno nei corsi di sociologia visuale e nell’introduzione alla comunicazione politica. Al secondo anno in scienze dell’opinione pubblica, giornalismo e nuovi media, storia del giornalismo e diritto della comunicazione. 

 

Una volta arrivati al terzo anno…

Il corso in Scienze della Comunicazione è strutturato in modo che una volta arrivati al terzo anno si possano scegliere degli esami che caratterizzino le proprie competenze. Gli ambiti a cui appartengono questi esami a scelta sono:

  • linguistica e scienze cognitive;
  • comunicazione sociale; 
  • tecniche e tecnologie della comunicazione;
  • comunicazione politica e sociale.

Le conoscenze acquisite in ciascuno di questi quattro settori permettono comunque ai laureati di proseguire degli studi all’interno dei corsi di Laurea Magistrale in Strategie e tecniche per la comunicazione, e Scienze internazionali.

 

Conoscenze di contesto

Le conoscenze sopra descritte generano la visione d'insieme richiesta dalla natura delle scienze della comunicazione e aprono alle tematiche esterne (economiche, normative, cognitive, demo-antropologiche, linguistiche) il cui peso nelle scienze della comunicazione è fondamentale. Esse  sono distribuite lungo tutto il percorso di studio e includono diritto della comunicazione al secondo anno e economia politica al terzo anno. Al secondo anno un insegnamento sulla storia del giornalismo, e esami di antropologia cognitiva e psicologia cognitiva.

La competenza comunicativa della lingua inglese (indispensabile nell’attuale mondo del lavoro nell’ambito di Scienze della Comunicazione) vede una prima idoneità al livello B2 al primo anno e una seconda di livello avanzato (C1) al terzo anno. Le competenze metalinguistiche e la capacità di analisi di testi dei media in lingua inglese invece vengono curate con due esami di lingua inglese (al secondo e al terzo anno).

 

La necessità di ulteriori approfondimenti individuali, anche al di fuori delle materie proposte all'interno del corso, è garantita dalla possibilità di inserire due esami a scelta dello studente al terzo anno fino ad un totale di dodici crediti. 

Per creare figure professionali direttamente inseribili sul mercato del lavoro sono previsti stage obbligatori al terzo anno (con periodi almeno trimestrali di lavoro in aziende, enti, istituzioni pubbliche e private).

Durante i tre anni di corso è prevista la possibilità di richiedere borse di studio Erasmus per un’esperienza all’estero che sviluppi la capacità di confronto e le conoscenze linguistiche

La conclusione del percorso formativo prevede una prova finale che consiste nella produzione di un elaborato (tesi) svolto autonomamente dallo studente e sottoposto alla valutazione di una commissione.

Per coloro che intendono proseguire gli studi ad un livello superiore, il Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione permette di acquisire i fondamenti scientifici e metodologici a ciò necessari.

Sbocchi occupazionali e professionali

Le competenze acquisite permetteranno di intervenire in diversi aspetti del rapporto fra società e media con uno spirito critico pertinente a:

  • giornalismo (su carta, radiofonico, televisivo, on-line)
  • comunicazione d’impresa (pubblicità e marketing)
  • comunicazione politica, pubblica e istituzionale
  • Tecnologie per la comunicazione (comprese applicazioni per telefonia mobile)

 

Tutti questi ambiti professionali necessitano sempre più di competenze specifiche non solo nelle pratiche applicative concrete ma anche nelle metodologie di analisi e nella critica testuale, indispensabili per la correttezza costruzione del messaggio e per il successo della comunicazione sia nei settori pubblici che privati. I laureati in Scienze della Comunicazione potranno utilizzare l’esperienza multidisciplinare per intervenire professionalmente in vari settori sociali, economici e tecnologici dei media e per gestire con competenza ed efficacia l’impatto sociale e culturale del discorso mediatico.

 

Questo è un esempio parziale dei possibili sbocchi occupazionali offerti dal corso:

  • Esperti nel trasferimento e del trattamento delle informazioni
  • Esperti di marketing
  • Esperti di pubblicità e di pubbliche relazioni
  • Esperti di servizi culturali
  • Esperti delle attività ricettive e professioni assimilate
  • Esperti nell’organizzazione di fiere, convegni ed eventi culturali
  • Giornalismo e comunicazione multimediale
  • Information and Communication Technologies
  • Le professioni del web